Andare in basso
Mi
VeterinaryImportantPerson
VeterinaryImportantPerson
Femmina Numero di messaggi : 282
Gratitudine : 368
Data d'iscrizione : 31.08.09
Età : 31
Località : Mother Earth.
Umore : doom.
Visualizza il profilo

Essere o non essere: questo è il problema. Empty Essere o non essere: questo è il problema.

28/7/2011, 08:47
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Avrei voluto postare questo argomento ieri sera, per avere più ispirazione (xD), ma siccome poi Morpheus ha fatto prima, mi ritrovo adesso a chiacchierare con voi su un argomento molto delicato ed oggetto di tante, tantissime discussioni. Tempo fa, dopo aver riflettuto tanto e troppo sul diventare vegetariana, ho finalmente deciso di smettere di mangiare carne e pesce, di non comprare pellami su borse o giacche e di invogliare a fare lo stesso anche chi mi era vicino (con tanto di conseguenti critiche), iniziando una battaglia lunga quanto difficile. La ragione che mi ha spinta a prendere questa decisione è la stessa storia che viene proposta ai medici veterinari o ancor prima a noi studenti "di animali" e vale a dire: perché se si ama il cane e il gatto, si mangiano la mucca, il cavallo, il maiale, la gallina? Quale diversità di diritti hanno per essere gli uni curati e difesi aspramente e gli altri macellati senza pietà?
Dopo tantissime riflessioni, sono arrivata a capire che era eticamente corretto difendere da parte mia, anche la mucca, il coniglio, la volpe, il cavallo, e rispettare qualsiasi forma di vita animale (dalle pellicce alla caccia alle balene o al massacro di foche), perché forse siamo arrivati nell'era in cui si possono fare pellicce sintetiche senza provocare alcun graffio all'animale, si possono mangiare "cibi alternativi" con lo stesso apporto proteico e nutritivo della carne e del pesce e si può dare agli animali che muoiono per finire nei nostri stomaci, una vita dignitosa.
Vi dirò, al mio rifiuto di mangiare una bella fetta di carne (io, che ho sempre mangiato carne e pesce), i miei genitori e i miei fratelli mi hanno snobbata dicendo che era una causa persa e che anche se non avessi mangiato carne, non avrei cambiato il mondo. Forse avevano ragione.
Sta di fatto che purtroppo, tra problemi di salute, mancanza di tempo e vita fuori casa, ho dovuto riprendere a mangiare carne (e pesce) con tanto di "te l'avevo detto" dei miei ma non ho ancora smesso di pensare che sia effettivamente giusto, rispettare il cane, il gatto quanto il coniglio, il cavallo, il maiale o il pesciolino in fondo al mare.
Non giudico, non critico nessuno per essere o non essere vegetariano (forse avrei qualcosa da dire sui vegani), ognuno fa le sue scelte di vita e noi non siamo nessuno per dire come o cosa si deve mangiare, piuttosto mi piacerebbe sapere come la pensate voi a riguardo, nel modo più pacifico possibile (in quanto questo è un semplice spunto di discussione, non di liti o provocazioni) se anche voi come me siete arrivati a questa fatidica decisione e come avete reagito, come vi comportate. Fino a che punto è giusto, secondo voi, che un esemplare amante degli animali quale un medico veterinario (di animali domestici, rettili, o animali marini) mangi carne e pesce, o abbia un bel giubbotto di pelle o regali alla propria consorte una bella pelliccia di visone?
apvchan
Admin
Admin
Maschio Numero di messaggi : 1650
Gratitudine : 455
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 33
Località : Lazio
Umore : acqueo o vitreo?!
Visualizza il profilohttps://andreaperrotta.wordpress.com/

Essere o non essere: questo è il problema. Empty Re: Essere o non essere: questo è il problema.

28/7/2011, 10:34
C'era già un altro topic nel forum che ora non trovo probabilmente poiché non c'erano parole chiave importanti nel titolo, infatti ti pregherei di far capire di più il senso del topic già dal titolo modificandolo col tasto EDIT al primo post.

RIFLESSIONE: Ho riflettuto molto e continuo a riflettere molto sulla questione, ma secondo me è qui che è l'errore, la mente è un grande dono dell'essere umano, ma non sempre è giusto far prendere decisioni sulla salute e sul comportamento dalla stessa, mangiare è un atto spontaneo non deve essere guidato "troppo" dalla mente.
PERSONALMENTE: A me personalmente, in questo momento della mia vita, piace il sapore della carne e del pesce non capisco perché dovrei privarmene, preferisco accettare la mia natura e non andarci contro con i pensieri lasciandomi trasportare.
Per le pellicce un tempo erano una necessità, ora non serve più uccidere gli animali per coprirsi.

Se poi dobbiamo parlare degli allevamenti credo che siamo tutti d'accordo che debbano funzionare al meglio possibile...

___________________
Blog personale


Sede di attività
pointofview
Moderatore
Moderatore
Maschio Numero di messaggi : 1582
Gratitudine : 668
Data d'iscrizione : 13.06.09
Località : Bari
Umore : decisamente acqueo
Visualizza il profilo

Essere o non essere: questo è il problema. Empty Re: Essere o non essere: questo è il problema.

16/8/2011, 10:49

___________________
La scienza compie un suicidio quando adotta un credo.
Thomas Henry Huxley
apvchan
Admin
Admin
Maschio Numero di messaggi : 1650
Gratitudine : 455
Data d'iscrizione : 02.04.09
Età : 33
Località : Lazio
Umore : acqueo o vitreo?!
Visualizza il profilohttps://andreaperrotta.wordpress.com/

Essere o non essere: questo è il problema. Empty Re: Essere o non essere: questo è il problema.

16/8/2011, 21:36
pointofview però tu come la pensi?

___________________
Blog personale


Sede di attività
Contenuto sponsorizzato

Essere o non essere: questo è il problema. Empty Re: Essere o non essere: questo è il problema.

Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Se vuoi rispondere accedi, altrimenti se non sei registrato registrati.